Integrazione lavorativa in favore di persone in situazioni di disabilità, disagio psichico o svantaggio

Regolamento
Interventi finalizzati all’integrazione lavorativa in  favore di persone in situazione di disabilità, disturbo mentale o svantaggio

Il regolamento ha per oggetto la realizzazione di interventi finalizzati all’integrazione lavorativa anche in relazione al protocollo d’intesa sottoscritto dalla Provincia di Ancona, i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 8 e l’ASUR AV n. 2 Distretto di Senigallia e dall’U.E.P.E.

I destinatari degli interventi indicati nel regolamento sono i residenti nei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 8, di età non superiore ai 65 anni, che abbiano concluso il percorso di istruzione o formazione (salvo le persone indicate al punto 4) sono i seguenti:

  1. persone disabili di cui alla L. 68/99;
  2. persone disabili ai sensi della L. 104/92;
  3. persone affette da disturbi mentali, seguite dal Dipartimento di Salute Mentale;
  4. alunni disabili, ai sensi della L.104/92, frequentanti l’ultimo anno della scuola superiore, coinvolti in stage finalizzati a facilitare la transizione scuola-lavoro;
  5. persone in situazione di svantaggio comportante rilevante difficoltà di integrazione lavorativa e rischio di emarginazione e persone svantaggiate ai sensi della  L. 381/91, in particolare:
  • persone in carico all’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna dell’Amministrazione Penitenziaria – Ministero della Giustizia;
  • tossicodipendenti in carico al Dipartimento Dipendenze Patologiche.

Per quanto riguarda le persone svantaggiate di cui al punto 5, annualmente i Comuni stabiliscono il numero massimo di utenti a cui erogare gli interventi oggetto del regolamento.

News

Pubblicazioni